Spostamento

L’uomo trasporta le proprietà di tutte le forme

SPOSTAMENTO
SPOSTAMENTO

Non sei in differenza con niente, ma in tutto sei tu l’unica differenza –
differenza con se stesso.

Nulla è a posto.
Tutto creato viene spostato per posizionare una forma sopra se stesso,
e l’uomo nello spostamento di tutto e quindi nella più grande differenza con se stesso.

L’uomo nasce come una differenza senza copertura – nel peccato originale delle forme rubate legato, e in esso luogo di tutto e nascita in tutto dove abbandona il luogo del rubato. L’uomo porta in se le proprietà di tutte le forme e ovunque ruba le proprietà di forma davanti a se stesso, perde il posto dell’uomo in se stesso.

Tutte le forme sono rubate dalle forme inferiori a cui danno la copertura, solo l’uomo non ha copertura perché sopra lui non esiste alcuna forma.

Solo la semplicità abbastanza grande condiziona la realtà,
perché non ruba niente a nessuno.

Dalla luce, prima incidenza, che non ha forma, fino all’uomo, l’ultima incidenza sopra tutte le altre forme, tutte le forme fuggivano uni dagli altri. Fuggivano dalle realtà reciproche, rubate all’interno di una rubata apparente copertura.

Anche tu fuggi come la luce, perché la coscienza non ti consente di andare nella direzione opposta, perché sai che lì c’è l’oscurità. Ma in te dorme la coscienza dell’Uomo senza distinzione, l’Uomo che ha riportato tutto indietro. La sua coscienza in confronto con tutti gli altri ti spinge oltre il bordo – in morte e ancora all’inizio di ogni cosa, in luogo dal quale è fuggita la luce, perché non aveva alcuna copertura. Ma tu hai la copertura per mezzo di Lui, che ha riportato la luce a tutto, quando entrò nella morte senza copertura e lasciò il luogo di tutto in sé.

Segui il suo esempio che è in tutto davanti a te, se da un luogo di realtà data non vivi la tua illusione. Tutte le forme davanti a te sono differenze di vita e secondo loro alla Vita restituisci vita o in morte fai nascere morte, perché sei di forma sopra tutto e quindi, luogo di vita o morte di tutti.

Tutte le forme sono reali, se dai loro un luogo in te,
e illusori, se occupi luogo in loro.

L’uomo è una forma di sotto forme di vita che porta in se, ma sotto forme in sé non portano lui, perché la sua forma ha rubato tutto per la propria forma dell’uomo. Tempo fa l’uomo giocava con sotto forme in se, e ora le sotto forme in esso sempre di più giocano con esso perché non ha abbandonato la propria forma, ma l’ha mantenuta a spese di tutte le sotto forme che aveva a disposizione. L’illusione è un maestro che ha ingannato l’uomo e lo ha convinto nella realtà della propria forma che aveva prima di essere.

Fu buio, e il Signore creò la luce e la divise in due lati del cielo – ha nascosto le parti e ha creato te e me nella differenza di tutto, per girare le parti uno nell’altro de trovare la luce nell’oscurità della propria luce, perché lontano dentro l’oscurità si trova la luce di tutto.


In se porti la copertura del fiume, del vento, dei fiori, solo non la copertura della luce,
perché la luce è uguale a te – metà dell’oscurità.
Solo dal buio nascono mattine in giorni, se la luce non scappa davanti all’oscurità nella notte di distanza dal buio di notte,
quindi solo due che prendono il buio su se stessi, riporto il fiore al fiore, il fiume al fiume, il vento al vento, e generano luce – vita.
Puoi rimanere dal tuo lato della luce e lasciare i fiori nell’oscurità
…erano tuoi fiori, tuoi fiumi e il tuo vento di tutto.