Pecchio

PECCHIO
PECCHIO

L’uomo fedele è nello spirito dei grandi specchi che non c’è, perché esiste come un orologio e aspetta l’unità. Con l’anima fissa un piccolo specchio che è verso il grande specchio frammentato in ogni suo sguardo e corre come un secondo (terzo mondo), minuti (secondo mondo) e ore (primo mondo). Con gli sguardi unisce i pezzi di un piccolo specchio in uno grande, fino a quando esso non è nato e gonfiato nello spirito del piccolo uomo nel Signore.

Uomo prepotente è nello spirito del piccolo specchio che si anima e fissa un grande specchio in tutto. Con gli sguardi frantuma lo specchio grande in polvere sotto il dominio di ore, minuti e secondi. Quando lo specchio piccolo passa nello spirito di uno grande, sarà coperto da polvere del grande specchio per sempre.

Tutto dormiamo. Qualcuno dorme direttamente nel grande e nel suo sogno contrattare indirettamente con il piccolo – e qualcuno dorme indirettamente nel piccolo e con tutta la forza cerca il grande nel suo sonno.


L’orologio già ticchetta, perché il tempo apre i palmi verso il settimo, quando si deve svegliare,
Tutti sfregano gli occhi, e guai a coloro che guarderanno piccoli e impotenti,
persi nel buio.
“E beati sono quelli che n ogni altro guarderanno me”, dice il Signore,
perché non avrà più nessuno in se!

La mia alba scoprirà che non ci siete ancora stati,
Anche se avete pianto, riso e diviso la giustizia.