Nel profondo dell’inverno dormono le primavere

L’anima è la connessione tra l’estraneo e il tuo

NEL-PROFONDO-DELL-INVERNO-DORMONO-LE-PRIMAVERE
NEL PROFONDO DELL’INVERNO DORMONO LE PRIMAVERE


Nel momento, tutto sarà sempre più riposto nella morte,
ma niente di esso è reale,
è reale solo la morte, quindi accettala, e farai un posto nella vita.

Il Signore è il dato d’altra parte, in te non c’è.

L’uomo oniricamente piangeva e rideva, nei sogni ha vissuto la vita o la morte perché nessuno è dato a sé stesso, ma chiunque è lato dell’altro lato – accettandolo o meno.

Eri incognita, la metà di tutto – qualcuno è rimasto con se, ma ha vissuto per l’altra parte, e qualcuno è andato verso l’altro lato e da lì ha costruito l’edificio della propria parte. Dal tuo lato puoi essere dio, l’altro non peserai neanche per l’atomo perché più alto sei in sé, meno sei in realtà.

Con piccolezza insulti il grande – e rallegri il piccolo.

Quanto sei da tuo lato, tanto sei onirico e irreale perché hai rubato tutto dall’altra parte. Chi è grande in se, mercanteggia con il piccolo, è chi rimane piccolo regala il suo lato e si apre alla realtà. Ogni natura è precisa, ma solo la natura vinta o la morte accettata può pesare tutta la parte umana o l’altro lato.

L’anima è la connessione tra l’estraneo e il tuo,
e quando l’estraneo diventa tuo, anche il tuo diventa l’estraneo
e l’anima diventa un vortice dell’estraneo e sorgente del tuo.

L’anima è gravità tra il magnetismo dell’estraneo e del tuo, che è anche estraneo fino a quando non accetti l’estraneo e in esso superi il tuo. L’anima è il fluido dello spirito, perciò si spegne sotto fluidi più forti. E lo spirito regala lo spirito all’anima del leale e questo nessun anima può toglierglielo. Quando lo spirito cattura l’anima, fluidi dei leali avviano un fiume di luce di uno spirito – e le anime caparbie vengono catturate dal mondo oscuro dello spirito senza fluido.

Eravamo spiriti in sé, solo in altri anime – eravamo gravità in termini di propri magnetismi, e diventiamo le anime del fluido di spirito di fluido regalato a vicenda o spiriti rubati a vicenda.

C’è solo un posto di occupazione, e luoghi di perdono sono infiniti.

I primi lotteranno per l’unico e saranno in rotazione a vicenda in posti di occupazione o morte, mentre gli altri andranno e in perdono si apriranno il posto di vita a vicenda. Quando si apre la verticale, il posto di occupazione non ha più equilibrio nella sottrazione, perché non c’è più nessuno lì. Così, il perdono e l’impegno si differenziano – l’impegno apre un proprio abisso – il perdono apre posto a tutto.

La consapevolezza dello stato fondamentale sta dormendo e in realtà tu vivi i tuoi sogni, a dal sogno ci si sveglia secondo la regola del tuo mondo di sogni. Stiamo sulla soglia di risveglio dell’altro lato – il risveglio della coscienza. Il rande si sveglierà come piccolo, e il piccolo come grande e nessuno crederà ai propri occhi.


Profondamente nell’inverno dormono le primavere e lontano dentro,
sul lato opposto della tua coscienza dorme la coscienza dell’altro lato
e solo il tuo perdono ha il potere di risveglio da un sogno in realtà.