La mano di pace

La mano di pace
LA MANO DI PACE

L’uomo non ha proprio stato, ma in essa ci sono solo l’accettazione o il rifiuto di altri stati. Se una persona non accetta questa condizione, di per sé crea una condizione presentabile. Sono tutti pieni di inquietudine, e di accettazione è l’unica mano di pace.

La gente in stati rappresentazionali altrettanto facilmente può amare e odiare, ma in realtà è molto pochi accettare, perché avrebbe dovuto lasciare il loro stato.

»Capirai che mi odiavi per nessun motivo,«

…perché ho accettato tutte le condizioni e sono stato appena la tua condizione.

»Amatevi gli uni gli altri come io vi ho amati,«

…Sì, non vivono condizioni presentabili da altri nelle mani della sua irrequietezza, che l’amore trasformato in odio. L’amore è l’accettazione della situazione di ogni altro, perché ad accettare la grazia di Dio e il rifiuto del vuoto, a cui la mano del Signore non raggiunge.

Credi nel Signore, perché tu sei il Suo amore.

L’uomo salva il suo stato con eventi che mette nel loro tempo, e con tutto sorpassa il Signore che nell’evento infonde tempo – esso è Suo amore.

Questo è un mondo a sé ha assunto lo status di cui era nata la vita. Il Signore ha preso su di sé tutti gli stati e, quindi, ha creato il mondo, e infine a sinistra e il loro stato e l’uomo creato. Lo creò a sua immagine, come senza il loro proprio stato in grado di prendere in consegna tutti gli stati.

Gesù aveva la forza e il coraggio di accettare la situazione, ma la sua era, ma lentamente attraverso il millennio, si alza in tutto ciò che accettare altri apparentemente abbandonato la propria condizione e diventare la mano della pace della grazia del Signore.

L’occhio non vede l’occhio, in modo che nessuno possa fuori del suo stato, fino a quando qualcuno non diventare lo Stato – per l’occhio per vedere e conoscere la loro nozione o illusione. Tutti gli stati sono Dio – sono solo il baratro in cui apparente irrequietezza cadere senza motivo.


Se qualcuno è l’impotenza, sii l’impotenza con lui.
Se qualcuno ha paura, sii paura con lui.
Se qualcuno è tristezza, sii tristezza con lui …

Perché solo dalle mani di impotenza nascerà la forza,
dall’accettata paura il coraggio,
dall’accettata tristezza la felicità.

Tuo, Suo, del Padre.