Il rapporto tra l’uomo e la vita della legge

IL-RAPPORTO-TRA-L-UOMO-E-LA-VITA-DELLA-LEGGE
IL RAPPORTO TRA L’UOMO E LA VITA DELLA LEGGE


C’è solo il rapporto tra l’uomo e la legge della vita.

Visto che ogni uomo è nato dal nulla o dallo spirito,
non possiamo dire per nessuno
che è nato come buono o cattivo.

Malvagità è una manifestazione di agonia
in cui si trova l’uomo
che non può accettare l’incognita su se
stesso e cade sotto il suo peso.

Quanto più costruisce, raffina e lucida l’immagine di se,
allo stesso tempo in lui si risveglia l’abisso
in cui cade.

L’agonia che nel frattempo cresce,
rende l’uomo sempre più crudele.

L’uomo che ha la forza di varcare la soglia della propria confessione,
non deve più preoccuparsi di se stesso o del proprio nome.

In quel momento ammetterà di essere solo un uomo impotente,
e in lui si avvia il processo che lo porta verso la libertà,
e contemporaneamente anche verso il bene.