Filo invisibile

L’uomo in questo mondo è prima di quello che è, e il tempo è anche prima di quello che è. Né tu, né il tempo non sono definiti, e quindi non sono reali

FILO-INVISIBILE
FILO INVISIBILE

La pace è un riflesso dell’azione, tutto il resto è una truffa ed è in relazione a te la stesso come rispetto al co-uomo.

L’uomo è troppo “intelligente” in relazione al tempo, ma deve sforzarsi di essere nessuno affinché il tempo potrebbe informarsi su di lui.

Finora scorreva un mondo riflessivo dal tempo di riflessivo in forme limitate, ma finché questotempo non si divide in spirito, anima e corpo, il tempo effettivo in noi è come un filo invisibile senza alcuna informazione della camicia, che dovrebbe essere cucita.

Così qualsiasi forma finora non è reale, ma solo una proiezione. Secondo il tempo identificato nello spirito e l’anima, avrà inizio il tempo delle nuove dimensioni. Quando comincia una nuova dimensione, comincia il tempo reale. Fino ad allora, il tempo può avere migliaia di forme, ma tutti sono solo virtuali.

La prima identificazione del tempo è un punto zero del presente totale, condizionata da Gesù, che ha aperto un punto di partenza del tempo reale in sé, per poter avviarlo. Dove, come e da chi il tempo sarà effettivamente eseguito e che cosa ha tessuto il filo invisibile dipende solo da ogni individuo. Ognuno porta i segreti del filo invisibile del tempo.

Ad ogni palmo è posto un filo invisibile dello spirito. Qualcuno tesse anche abiti virtuali del proprio splendore con il suo filo, qualcuno lascia la sua nudità e tesse abiti in maglia per Lui che ha permesso la sua nudità e entra nel mondo dell’invisibile, anche con la sua vergogna. Tuttavia, non sarà possibile vederLo finché il filo sospeso del tempo non sarà finalmente tessuto.

Quando il tempo ottiene il suo viso, cadono tutte le forme che gli hanno piegato. Per il concetto del tempo non è più possibile l’identificazione – identificazione è possibile solo nella riflessione del tempo. In relazione al tempo effettivo puoi essere solo accurato o perso solo.

Non vestirtij dell’umore davanti agli uomini, ma tenti di condizionare il buon umore nelle persone nello spirito. Un’intenzioni seria trova sempre una soluzione, perché comprende la consistenza, la coerenza delle informazioni accurate e l’attuazione nell’informazione.

La vita ti spingerà nei guai più profondi, e tu carca di essere coerente, e la tua vita automaticamente ti aiuterà con le informazioni corrette. Affinché le informazioni interne ti servirebbero bene, devi essere totalmente fedele, ma subito dopo chee con l’informazione soggettiva ricatti quella interna, non è possibile ottenere una risposta. Quando l’interno si collega all’esterno – una volta quando dal visibile risplende l’invisibile – credi. Se sei il primario, non seguire le informazioni interne.

Dalla nascita alla morte, tu sei intrappolato nella morte, in te scorre una forza vitale invisibile. La forza invisibile non è limitata, è limitata la forma di proiezioni. Chi ti tratta come il proprio, ti limiti nella morte, che serra il suo palmo, nella suo palmo la mano invisibile ti sveglia nella vita. Non appena l’uomo tocca l’infinito, uccide – non appena rilascia il suo, ravviva.

Tutta l’evoluzione, l’intero universo è un programma della morte, dove le forze invisibili stanno andando a morire, fedeli ai fiumi invisibili credono e così inconsapevolmente tra loro aprono un nuovo programma.

A tutti piace di tornare in un posto dove qualcuno gli condizioni occhi veri.

Un egoista acceca tutti con i suoi occhi – una persona coraggiosa mette tutti di fronte ai suoi occhi. Da solo crei gli occhi veri di fronte a te stesso o inganni tutti gli occhi con i tuoi. Sii morto e tutto vivrà davanti ai tuoi occhi, non fingere la vita, perché tutto morirà davanti ai tuoi occhi.

In difesa delle tue forme, del tuo mondo, difendi solo la tua morte, ma quando farei una digressione da un fiore, un fiume, un uomo da sé stesso, dall’Invisibile nascerebbe il fiore, il fiume … Tutto che accetta la loro nudità, o la morte, dall’Invisibile nasce il nuovo e vivo.

Le difese contro la propria nudità fanno l’uomo ridotto e limitato. L’uomo dovrebbe essere messo a nudo, riconoscere il suo egoismo, la sua debolezza … Finché si tiene fede alle regole, tutto l’invisibile versi nel suo stampo e rubi a tutto, tutto il suo mondo, nello specchio senza luce. Questo l’Invisibile in te si spegne per sempre, perché non hai avuto il cuore per cucire un mondo in cui tutti potrebbero vivere con le tue mani.

Tutto il visibile ti caccia, ma solo il potere dell’Invisibile può calmarti, se ne puoi fidarti. Perché il suo potere è illimitato.

L’uomo vive al confine tra la vita e la morte – tra le restrizioni e l’infinito. L’uomo difende la propria morte come la vita, quando credesse all’Invisibile, permetterebbe la vita. Se hai fiducia in Lui, l’Invisibile determina il viaggio da solo. Non appena Lo tocchi con le mani, spegni l’unica cosa che porta il segreto della crescita eterna.

Il potere invisibile scorre in te come la vita, l’incidenza in te è solo la morte che non hai il coraggio di ammettere. Essere nudo significa essere morto, ma solo nudo riesci ad entrare nel Regno dei Cieli.

Nessuno che non attraversa il limite critico, non vedrà il Regno dei Cieli. Il limite critico sei tu stesso, che limiti tutto insieme a te e rimani cieco a tutto ciò che è di fronte a te, perché per te in te rimane invisibile.

Ma hai le mani dell’Invisibili e conosci i segreti del filo invisibile.

“Pertanto, chi vorrà salvare la propria vita, la perderà. Ma chi ha perso la sua vita per me perso, lo troverà. “

Tutto il noto spegneva la riflessione dello sconosciuto e lasciava le ombre dei posti strani per loro. Quando l’ignoto tocca il noto, la onda della reversibilità riflessiva sulla superficie dell’inteso cade in onda della sua unilateralità.

Gesù ha lasciato tutti i rapporti e così condizionato uno e un solo vero – il Presente solo:

Lo Spirito – “Padre è in me, io in Padre.”
Nell’anima – “Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito”.
Nel corpo – “Questo è il mio corpo che verrà consegnata a voi.”

Non c’è nulla in sé, tutto è nei rapporti, ma tutto è in sé, nulla è nei rapporti. Qualcuno ama lo straniero in sé stesso più del suo vicino, e tu prega ogni notte per lasciare lo straniero in te stesso e partorire un Qui e Ora, dettati nello Spirito, nell’ anima e nel corpo:

“Con il palmo sulla fronte e nel Padre,
con il palmo sul cuore, con Gesù nell’anima,
con il palmo sulla sinistra, nello Spirito Santo,
con il palmo sulladestra per crociare il mio prossimo. “