Esposizione

Piccolo è il mondo dell’uomo, ed è infinito il mondo della realtà in esso

ESPOSIZIONE
ESPOSIZIONE

Lo Spirito agisce per regola dell’esposizione regola o accettazione della morte. Ci sono due tipi di esposizione – in nome della vita o per conto della propria conferma.

Non c’è vita senza l’accettazione della morte. Non ci sono cose migliori e peggiori nella vita, ma solo accettazioni più difficili e più facili. Qualsiasi accettazione è solo un raggio di luce, e ogni rifiuto un’ombra dell’oscurità.

L’uomo può accettare tutto, ma da solo può solo aprire metà della luce all’orizzonte della propria oscurità. Solo abbracciando il buio da entrambi i lati uscirà il sole di primavera.

La legge della luce è il buio, e la legge del buio è luce. L’oscurità era in viaggio dal subconscio alla coscienza e di nuovo nel subconscio o lo spirito, e ha trasformato tutto ciò che ha incontrato.

Tutto ciò che viveva era una manifestazione della vita e tutto il fluido di vita – fluido della morte del Signore. Tu eri la luce dell’oscurità del Signore. Secondo la libera volontà l’uomo apparteneva alla vita o se stesso nello specchio della morte.

Piccolo è il mondo dell’uomo, ed è infinito il mondo della realtà in esso.

Ogni anima è riassunta nel mondo di alcuni contenuti, ma reali erano solo tanto, quanto erano esposte ai due lati. Un’esposizione unilaterale è sempre soggettiva, e bilaterale oggettiva.

La realtà è l’esposizione dei due lati. Un’anima coraggiosa si espone nel nome della realtà o dell’altro lato, ma è sempre arbitraria nel suo nome.


Lo Spirito sarà aperto dall’uomo che rispetta la vita.
Tutte le grandi parole e azioni portano in sé la più grande modestia
e solo la modestia salva l’uomo quando si spengono i fluidi.